11 Giugno 2020

La recinzione di cantiere è il sistema utilizzato dall'impresa per segnalare e delimitare l’area all’interno della quale vengono svolte le attività di manutenzione, stoccaggio, transito di mezzi e persone. In Italia è regolamentata dal D.Lgs 81/2008, che stabilisce che l'impresa è tenuta a predisporre l’accesso e la recinzione del cantiere con modalità chiaramente visibili e individuabili

La normativa italiana sulla recinzione di cantiere

La recinzione di cantiere è il sistema utilizzato dall'impresa per segnalare e delimitare l’area all’interno della quale vengono svolte le seguenti attività:

  • operazioni di smantellamento, manutenzione, ripristino, costruzione 
  • stoccaggio dei materiali e strumenti di lavoro
  • transito di mezzi, addetti ai lavori, altro personale autorizzato

Inoltre, la recinzione serve ad impedire o a controllare l’accesso al cantiere da parte di soggetti non autorizzati per ragioni di sicurezza e tutela della proprietà. 

In Italia è regolamentata dal D.Lgs 81/2008, che stabilisce che l'impresa è tenuta a predisporre l’accesso e la recinzione del cantiere con modalità chiaramente visibili e individuabili ed è obbligata a mantenere la recinzione di cantiere in perfetta efficienza per l’intera durata dei lavori.

Le tipologie più comuni di recinzione

A seconda delle tipologie di cantiere, le recinzioni più comuni nell'edilizia sono la rete in polietilene arancione, la recinzione cieca con lamiera grecata o pannelli di legno, i pannelli autoportanti di rete metallica zincata.

In altri casi, come ad esempio per delimitare un cantiere stradale, la soluzione più diffusa sono le cosiddette barriere New Jersey. Consistono di elementi in calcestruzzo che, oltre oltre a confinare l'area delle lavorazioni, evitano eventuali impatti veicolari perché impediscono salti di carreggiata e redirigono il veicolo in caso di sbandamento.

Le barriere New Jersey vennero impiegate per la prima volta negli anni ’50 negli USA, nello stato del New Jersey, dal quale presero il nome. Adottate sulle autostrade italiane a partire dal 1983, dimostrarono da subito un generale miglioramento della sicurezza stradale, riducendo il numero di incidenti e i danni a veicoli e persone in caso di impatto.

Attualmente le barriere New Jersey, oltre che nel tradizionale calcestruzzo, vengono realizzate anche in plastica.

 

New Jersey - barriera stradale in plastica

I vantaggi di una recinzione realizzata con New Jersey in plastica

I New Jersey in plastica consistono in moduli realizzati con una struttura cava. Per acquisire peso e stabilità appropriate alle caratteristiche operative ed ambientali del cantiere in cui sono installati, possono essere riempiti con acqua o sabbia. 

Di altezza variabile fra i 60 e gli 80 centimetri a seconda dei modelli, il loro utilizzo presenta alcuni vantaggi che li rendono la scelta ideale per risolvere i problemi legati alla viabilità o per delimitare aree di manovra in parcheggi di grandi dimensioni.

Versatilità

Le barriere New Jersey in plastica possono essere appoggiate sulla maggior parte delle pavimentazioni: terreno, selciato, asfalto. Alcuni modelli possono essere posizionati anche a cavallo di un cordolo: per questo motivo, oltre che come recinzione, possono fungere anche da spartitraffico.

Praticità d'uso

Grazie alla loro impilabilità, i New Jersey in plastica richiedono pochissimo spazio per lo stoccaggio.Inoltre essendo realizzati in plastica, sono molto leggeri e quindi facilmente trasportabili. La loro base spesso presenta la  predisposizione per la movimentazione con carrelli elevatori standard.

Disponibilità di accessori

I New Jersey in plastica sono dotati di un sistema di giunzione per collegare con facilità vari elementi in cascata. Oltre ai tappi di carico e scarico per acqua e sabbia, presentano alloggiamenti e fori per inserire paletti per cartelli segnaletici, gemme catarifrangenti, tubi per lampeggianti. Inoltre consentono l'applicazione di piastre per adesivi personalizzati dell'impresa.

Convenienza

Le barriere New Jersey in plastica sono realizzate in polietilene di alta qualità, attraverso processi industriali di produzione moderni ed efficienti che le rendono un prodotto piuttosto economico. Inoltre, nonostante il costo contenuto, presentano un’ottima resistenza agli urti, all'usura e agli agenti atmosferici. 

La scelta migliore

Le loro dimensioni e forma, soprattutto in curva, garantiscono una migliore visibilità rispetto ad altri sistemi, come i guardrail in acciaio o le recinzioni in legno. Disponibili nei colori rosso, bianco, giallo o nero, sono la scelta migliore per i cantieri mobili o temporanei e per delimitare spazi, parcheggi e piste.

Azienda

Tekcnoplast è leader nello stampaggio rotazionale di prodotti per l'edilizia e per l'industria: scarica detriti, tramoggia, cassone in polietilene, benna basculante, barriera stradale, dissuasore di sosta, serbatoi nautica e camper, sedili nautica, coperchi per cassonetti, vasi da giardino, vasi da interno, arredi in plastica.

Contatti

Puoi sempre contattarci tramite email o telefono. Mettiti in contatto con noi oggi per saperne di più sui nostri prodotti.

  • Sede legale
  • Via Francesco De Pinedo 34
    70022 Altamura (BA) - Italia
  • Sede operativa / Sede amministrativa
  • Zona Industriale La Martella - Via Vincenzo Alvino - Lotti A53-A54
    75100 Matera (MT) - Italia